Tecnica GBT: la pulizia dei denti è finalmente indolore

Negli ultimi anni, ricerche costanti nel campo dell’odontoiatria hanno portato a notevoli avanzamenti nell’approccio alla pulizia dentale professionale. Oltre alle tecniche tradizionali, come l’uso di strumenti manuali e ultrasuoni per la detartrasi, esiste infatti un nuovo metodo che risulta essere più efficace, più confortevole per il paziente e decisamente meno invasivo.

Il suo nome è GBT (Guided Biofilm Therapy), ed è ora disponibile anche nel nostro studio a Cantù. Ma di cosa si tratta, esattamente? Scoprilo nell’articolo.

IMG_3267_jpg

Trattamento GBT: cos’è e come funziona

La GBT è una nuova tecnologia che permette di ottenere un effetto sbiancante sui denti grazie alla combinazione di acqua, aria e polvere biomedicale. Questa combinazione di elementi crea una sorta di pellicola superficiale che va ad eliminare la placca e il biofilm batterico presente su denti e gengive. Il risultato immediato è una sensazione di profonda pulizia, freschezza e brillantezza.

 

Ma come funziona? Ecco i passaggi della seduta di igiene orale professionale GBT:

  1. Il primo passo è quello della diagnosi: i tessuti del paziente vengono accuratamente sondati ed esaminati;
  2. Localizzazione del biofilm: dopo aver applicato un agente rilevatore della placca sugli elementi dentali, questo farà diventare fucsia / blu la placca che si è accumulata, rendendola molto facile da individuare. Questo passaggio è importante per spiegare al paziente le zone in cui ha difficoltà a spazzolare, aumentando la sua consapevolezza ed educandolo ad una migliore igiene orale domiciliare;
  3. Rimozione del biofilm: le polveri rimuovono il biofilm con un delicato getto di aria e acqua tiepida. Inoltre  con questo getto vengono pulite anche le tasche gengivali profonde in modo delicato, accurato e indolore. 
  4. Piezon no pain (ablatore): rimuove in modo minimamente invasivo il tartaro residuo;
  5. Programmazione dei richiami: una volta che il trattamento è terminato si valuta insieme al professionista quando fare il richiamo. In genere il richiamo varia dai 6 ai 4 mesi.

 

Quali sono i vantaggi?

Proprio grazie agli strumenti utilizzati, la tecnica GBT possiede numerosi vantaggi. Infatti:

  • è indolore: il trattamento preserva i denti e gli impianti;
  • è delicato e sicuro su denti e gengive;
  • è più confortevole con un’igiene completa e curata;
  • crea consapevolezza nel paziente;
  • rimuove biofilm, tartaro e macchie donando al contempo un risultato sbiancante;
  • permette una pulizia orale davvero profonda;
  • è meno rumoroso.

 

A chi è adatto?

La tecnica GBT è ideale per tutti quei pazienti che hanno sempre provato disagio e fastidio durante le sedute di igiene dentale e per coloro che desiderano mantenere la salute della bocca sotto controllo in modo più efficiente rispetto all’approccio tradizionale.

Inoltre, è adatto a tutti coloro che hanno sensibilità dentale grazie alla regolazione della temperatura dell’acqua.

La letteratura scientifica afferma che eseguire due sedute di igiene dentale professionale all’anno dal proprio dentista è il metodo migliore per mantenere in salute bocca, denti e gengive. 

Mantenere in salute e sotto controllo la propria bocca è anche il metodo migliore per prevenire eventuali patologie come lesioni cariose  o malattia parodontale.

Sei curioso di provare questo nuovo metodo di fare igiene orale?