Faccette dentali estetiche: Cosa sono? Quando servono?

Il sorriso è il nostro biglietto da visita. Spesso, però, alcuni inestetismi possono comprometterne l’armonia e la brillantezza. Per coloro che desiderano sfoggiare una dentatura perfetta, le faccette sono la soluzione ideale, soprattutto in virtù del loro comfort e della rapidità di applicazione.

Continua a leggere l’articolo per saperne di più!

Cosa sono le faccette dentali estetiche

Le faccette sono sottilissimi rivestimenti protesici realizzate su misura per adattarsi alla conformazione e alle caratteristiche di ciascun paziente. Vengono cementate sulla superficie esterna dei denti come fossero delle lenti a contatto, e in questo modo permettono di correggere e mascherare una serie di imperfezioni o di condizioni strutturali.


In quali casi si può ricorrere alle faccette dentali?

Questo metodo può essere utilizzato per correggere numerosi difetti, in particolare:

  • macchie e scolorimento dei dentiche non possono essere trattati con  altri metodi;
  • denti fratturati o scheggiati;
  • spazio eccessivo tra i denti (diastema) o denti leggermente storti;
  • forma irregolare di uno o più denti o dimensioni non proporzionate al sorriso.

 

Procedura di applicazione e mantenimento

Il processo di applicazione delle faccette dentali richiede una pianificazione accurata e un attento consulto iniziale, in modo da valutare le esigenze estetiche del paziente e le aspettative realistiche del trattamento.

Prima dell’applicazione è necessaria una fase preparatoria, che prevede la rimozione di una sottile quantità di smalto dalla superficie per garantire il giusto spazio alle faccette; successivamente viene rilevata un’impronta dell’arcata, utilizzata per la creazione delle faccette stesse (che, naturalmente, sono create su misura). Una volta pronte, queste ultime vengono provate sui denti per assicurarsi che si adattino correttamente a livello di forma, colore e vestibilità. Infine vengono fissate, utilizzando adesivi dentali di alta qualità e una luce speciale per catalizzare il processo di adesione.

La durata delle faccette dipende da diversi fattori, tra cui il materiale utilizzato e la corretta manutenzione, in letteratura si stima una vita media di 10/15 anni.

Per massimizzare la loro resistenza, però, è fondamentale seguire alcuni semplici accorgimenti:

  • seguire una rigorosa igiene orale quotidiana, che comprenda un spazzolamento adeguato dei denti e l’uso del filo interdentale;
  • evitare abitudini dannose, come mordere oggetti duri o rosicchiare le unghie, che potrebbero causare scheggiature o fratture alle faccette dentali;
  • programmare regolari visite di controlli dal dentista per la pulizia professionale e la valutazione dell’integrità delle capsule;
  • proteggere i denti durante attività sportive: se pratichi sport di contatto o attività ad alto impatto, considera l’uso di un bite per proteggere i denti e le faccette da eventuali traumi.

 

Vantaggi e svantaggi

Pro e contro sono un aspetto importante da valutare prima di intraprendere il trattamento. Le faccette dentali offrono numerosi vantaggi, tra cui:

  • miglioramento estetico significativo: coprendo le imperfezioni dentali come macchie, scolorimento, fratture o denti leggermente storti,  donano al sorriso un aspetto uniforme e armonioso;
  • risolvono alcuni problemi funzionali di masticazione: offrono un approccio versatile nel risolvere anche questioni funzionali, contribuendo a migliorare l’efficienza e il comfort durante la masticazione;
  • resistenza alle macchie: una volta applicate, sono altamente resistenti alle macchie e mantengono il sorriso luminoso e bianco nel tempo;
  • conservazione della struttura naturale del dente: l’applicazione richiede la rimozione di una quantità minima di smalto rispetto ad altre lavorazioni (come l’applicazione di corone dentali);
  • risultati a lungo termine: con una corretta cura e manutenzione, possono durare dai 10 ai 15 anni o anche più a lungo, rendendo l’investimento sostenibile.

Tuttavia, è importante tenere conto anche di alcuni possibili svantaggi. Eccone alcuni:

  • il processo è permanente: l’operazione di rimozione dello smalto per la preparazione delle faccette è  irreversibile;
  • possibilità di scheggiature o fratture: sebbene le faccette siano abbastanza resistenti, possono scheggiarsi o fratturarsi in caso di masticazione errata o abitudini dannose. È fondamentale evitare tali comportamenti per preservare la loro integrità.

 

Casi studio: prima e dopo

Vi presentiamo due interventi di trasformazione del sorriso svolti nel nostro studio di Cantù. Entrambi sono stati eseguiti dal Dott. Testori, con il supporto dei Dottori Grangia e dell’odontotecnico Stefano Rota.

CASO 1: il paziente aveva perso ormai da tempo il piacere di sorridere e questo minava la sua serenità e la sua sicurezza nei rapporti sociali. A causa del marcato colore giallo dei suoi denti, si è optato per un trattamento di sbiancamento preventivo, seguito dall’applicazione di capsule in ceramica integrale (zirconia). Questa procedura è stata eseguita nel 2018, e fino ad oggi, il mantenimento presenta un elevato grado di efficacia, con risultati stabili ottenuti attraverso controlli periodici semestrali condotti dall’igienista dentale.

CASO 2: la paziente avvertiva un disagio dovuto al colore e alla forma dei suoi denti. Dopo aver attentamente ascoltato le sue esigenze, abbiamo deciso di procedere con uno sbiancamento domiciliare su tutti i denti, protrattosi per due settimane, e con l’applicazione – in due sedute specifiche –  di faccette estetiche in ceramica integrale. In un periodo di appena un mese, la paziente è riuscita a recuperare la propria soddisfazione nel sorridere. L’intervento è stato eseguito nel 2020, e a oggi mantiene una stabilità notevole. Attualmente, la paziente programma appuntamenti di igiene dentale professionale ogni 6 mesi.

Quanto costano?

Il costo dell’intervento è influenzato da diversi fattori. Vediamoli insieme:

  • numero dei denti coinvolti: ogni dente che richiede il trattamento andrà ad incidere sul costo totale, dal momento che va realizzata una faccetta specifica per ognuno;
  • tipologia e qualità del materiale;
  • studio clinico del caso: le esigenze individuali di ogni paziente variano, e soluzioni più complesse richiedono un’attenta valutazione da parte del dentista. Pertanto, la complessità del trattamento è un elemento determinante nella definizione del costo finale.

È importante sottolineare che il costo delle faccette estetiche riflette anche la qualità del trattamento e l’esperienza del dentista: scegliere un professionista qualificato e di fiducia è essenziale per ottenere risultati soddisfacenti e duraturi.

 

Sei stanco di nascondere il tuo sorriso a causa di difetti dentali?